Pronti via e mi sono laureato nel luglio 2012 in Storia, indirizzo Medioevale. La domanda che si fa in genere a questo punto è: “Perché Storia medioevale?” Poi, dopo un mezzo sorriso imbarazzato da parte mia, si aggiunge: “certo molto interessante…”. Ma la domanda sottintesa è: cosa ci fai con una laurea del genere? Bene, io ho provato a rimanere nel settore culturale senza invischiarmi in carriere accademiche, che ho scoperto poter generare una frustrazione senza limiti (almeno in persone come me).
Ho iniziato a collaborare con il Circolo degli Artisti a fine 2012 e lì ho fatto un po’ di tutto: di giorno lavoravo in ufficio, di sera nel locale. Iniziando dallo stare in cassa, al guardaroba o al bar, ho poi avuto il compito di riorganizzare il ristorante. Tutto è andato bene, e così piano piano ho iniziato ad avere qualche responsabilità in più. Insomma in questi due anni e mezzo passati al Circolo mi sono occupato di coordinare il personale e la logistica prima del ristorante e poi dell’intera struttura, e sono stato parte nell’organizzare eventi quali concerti, esposizioni, serate, dibattiti, e molto altro. Ho avuto il piacere e l’onore di collaborare con alcune delle migliori organizzazioni di Roma (penso alle ragazze del Vintage Market, i ragazzi di Borghetta o quelli di Glamda o del Kino), con ambasciate (inglese, francese, olandese, giapponese e danese) e organizzazioni di volontari come il WWF.
Finita, mio malgrado, l’esperienza al Circolo nel marzo 2015 in seguito alla chiusura dello stesso, mi sono iniziato a guardare intorno.
Sono riuscito a restare nel settore culturale ancora una volta: adesso faccio il libraio. Ma non solo: faccio anche parte di Sinestetica, in qualità di “location finder”. Voi sapete cosa significa? Beh, nemmeno noi…