Nasco a Roma nel 1988.
Da una famiglia di origine tedesca ho ereditato una quantità di ricette per biscotti al burro, una venerazione per Thomas Mann e l’abitudine di dirigere l’orchestra durante le esecuzioni più solenni di Beethoven e Wagner.
Collaboro con l’associazione culturale admARTE come guida turistica e curatrice di mostre ed eventi; ho fatto anche la baby sitter, la call-centerista, la hostess, la segretaria e l’insegnante di ripetizioni, ma non ho mai fatto la cameriera perché sono goffa.
Sono laureata in Storia dell’arte medievale.
L’incredibile disinteresse dei miei amici e conoscenti nei confronti dei mosaici romani del settimo secolo e del periodo bizantino del papato continua a essere per me fonte di sincero sconcerto. Tuttavia con Sinestetica ho rivalutato completamente le forme di associazione e di committenza più moderne, e persino il Business English di Giulia: “in bono imitari paratus sum” affinché, per il tempo di una serata, tutto sia perfetto.